Hyperv replica recovery history in Windows Server 2012 R2

Nel caso vi fosse sfuggito il meccanismo di replica di Hyper-v è stato profondamente cambiato da Windows Server 2012 a Windows Server 2012 R2. Non solo è possibile avere repliche su due livelli ( Host A replica su Host B che a sua volta replica su Host C) ed è possibile fare fine tuning della frequenza delle repliche, tutte funzionalità largamente pubblicizzate, ma anche il sistema dei recovery point è stato modificato. Con 2012 R2 i recovery point non sono più eseguiti tramite snapshot (con le penalità in performance che ne conseguivano sull’host target della replica), ma tramite “undo logs”. Il concetto è che i dischi delle VM replicate sono sempre aggiornati ed esiste un undo log per ogni recovery point. Negli undo logs vengono registrate tutte le operazioni necessarie per tronare allo stato precedente. In questo modo si evitano gli impatti delle snapshot, tornare all’ulitmo recovery point è estremamente efficiente, tornare a recovery point più vecchi è meno efficiente perché deve essere applicata tutta la catena degli undo log a ritroso.
– Daniele
Le informazioni fornite sono utilizzabili a rischio e pericolo dell’utilizzatore, senza nessuna garanzia e non conferiscono alcun diritto di utilizzo.
(c) UGI System Center

A proposito di Daniele Grandini

Daniele, Microsoft MVP su System Center dal 2009 è il fondatore della community alla quale porta il contributo di più di 15 anni di esperienza in sistemi di monitor e gestione. Attualmente Daniele è Microsoft MVP System Center Cloud and Datacenter Management.
Twitter:@DanieleGrandini