Utilizzare Operations Manager come sistema di controllo della configurazione

Nella sezione contenuti potete trovare la guida e il management pack per trasformare Operations Manager in un semplice sistema di controllo della configurazione dei sistemi.

Invalid download ID. Invalid download ID.

Introduzione

Il controllo della configurazione dei sistemi sotto monitor non è uno dei principali compiti di Operations Manager. All’interno di System Center, Configuration Manager e Service Manager, magari con il supporto di Orchestrator sono gli strumenti di elezione per realizzare un monitor della configurazione. Non sempre è però possibile implementare tutti i componenti di System Center. Questo articolo ha lo scopo di sviluppare un Management Pack che permetta di verificare i sistemi che sono conformi in termini di sistema operativo, service pack e hotfix installate.

Sebbene i moduli sviluppati saranno generici ed applicabili a diversi contesti, la realizzazione ha lo scopo di individuare i sistemi che non abbiano tutti i prerequisiti necessari al corretto funzionamento dell’agente Operations Manager. Si tratta di tutte quelle fix, esterne a Operations Manager, che fanno una drammatica differenza rispetto alla qualità e all’affidabilità del monitor. Per un elenco sempre aggiornato si può fare riferimento all’articolo “Things to make and do for agent health”.

Ci addentreremo dunque nello sviluppo di un management pack che dovrà rispondere alle seguenti richieste:

·         Controllo del livello di service pack dato uno specifico sistema operativo

·         Controllo della presenza di una lista di patch dato uno specifico sistema operativo e livello di service pack

·         Opzionalmente dovrà integrarsi nell’health model dell’agente Operations Manager (HealthService class)

·         Dovrà segnalare in modo dettagliato le ragioni per cui un sistema è ritenuto non compliant (livello di service pack, quali patch sono mancanti e così via)

L’articolo presuppone che il lettore abbia familiarità con Operations Manager e il modello di monitor da esso sotteso.

– Daniele
Le informazioni fornite sono utilizzabili a rischio e pericolo dell’utilizzatore, senza nessuna garanzia e non conferiscono alcun diritto di utilizzo.
(c) UGI System Center

A proposito di Daniele Grandini

Daniele, Microsoft MVP su System Center dal 2009 è il fondatore della community alla quale porta il contributo di più di 15 anni di esperienza in sistemi di monitor e gestione. Attualmente Daniele è Microsoft MVP System Center Cloud and Datacenter Management. Twitter:@DanieleGrandini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.