System Center: guida alla scelta della versione e roadmap

Per i prodotti System Center si ha la possibilità di scegliere due differenti release: Long-Term Servicing Channel (LTSC) oppure Semi-Annual Channel. In questo articolo saranno riportate le caratteristiche di ciascun modello di rilascio e quali aspetti è opportuno tenere in considerazione per effettuare la scelta più corretta. Sarà inoltre riportata la roadmap prevista per i rilasci dei prodotti System Center.

Caratteristiche della Semi-Annual Channel

Il canale di rilascio definito Semi-Annual Channel è caratterizzato da questi elementi:

  • Vengono rilasciate indicativamente due release dei prodotti ogni anno. In queste release sono incluse nuove funzionalità, miglioramenti e risoluzione di problematiche.
  • Le versioni sono identificate da un numero a quattro cifre, due per l’anno e due per il mese. Ad oggi sono già state rilasciate due versioni, la 1801 (gennaio 2018) e la 1807 (luglio 2018).
  • Visti i rapidi cicli di rilascio, non sono previsti Update Releases (UR) per i prodotti appartenenti a questo canale di rilascio.
  • I rilasci del Semi-Annual Channel hanno un supporto di 18 mesi a partire dalla data di pubblicazione.
  • Possono aderire all’utilizzo dei prodotti rilasciati nel Semi-Annual Channel solamente i clienti Microsoft con un contratto di Software Assurance.

Considerando i costanti rilasci e il periodo di supporto non particolarmente lungo ne consegue che questo canale è adatto per i clienti con l’obiettivo di innovarsi in modo costante e veloce, per stare al passo con i tempi rapidi di evoluzione del cloud.

Caratteristiche della Long-Term Servicing Channel (LTSC)

Il modello di rilascio definito Long-Term Servicing Channel (LTSC) ha le seguenti caratteristiche:

  • Viene rilasciata una nuova major version di System Center approssimativamente ogni due o tre anni. La versione più aggiornata attualmente è System Center 2016 e la futura release sarà System Center 2019.
  • Nel LTSC i prodotti ricevono aggiornamenti, comprensivi degli aggiornamenti di security, tramite Update Releases (UR). Le Update Releases (UR) non contengono le nuove funzionalità incluse nei rilasci appartenenti alla Semi-Annual Channel, le quali saranno inglobate nel successivo rilascio nel Long-Term Servicing Channel.
  • I prodotti appartenenti alla LTSC hanno di 5 anni di mainstream support e ulteriori 5 anni di extended support.
  • I prodotti appartenenti al Long-Term Servicing Channel (LTSC) possono essere adottati dai clienti indipendentemente dal modello di licensing a cui si è aderito (non è richiesta la Software Assurance).

L’utilizzo dei prodotti nel Long-Term Servicing Channel (LTSC) è opportuno nel caso si desideri avere un periodo di servizio più lungo dei prodotti e una maggiore stabilità delle funzionalità erogate.

Ulteriori considerazioni

In termini di compatibilità, salvo diverse comunicazioni, i requisiti minimi per utilizzare i prodotti System Center appartenenti al Semi-Annual Channel sono gli stessi della versione più recente del prodotto System Center rilasciato nel Long-Term Servicing Channel.

I clienti con contratto di Software Assurance possono effettuare l’upgrade dei prodotti di System Center 2016 oppure 2012 R2 ai prodotti di System Center rilasciati secondo il modello Semi-Annual Channel. L’aggiornamento da release del Semi-Annual Channel verso release appartenenti al LTSC non è supportato.

Roadmap di System Center

Per i prodotti System Center è stata annunciata da parte di Microsoft la seguente roadmap:

Figura 1 – System Center Roadmap

Nella figura sottostante sono elencate le versioni attualmente disponibili dei prodotti System Center, con un riepilogo delle principali funzionalità introdotte.

Figura 2 – Attuali versioni di System Center e principali funzionalità introdotte

Oltre che all’imminente rilascio dell’Update Release 6 di System Center 2016, nel prossimo anno sarà rilasciato System Center 2019 e la nuova release appartenente al Semi-Annual Channel. Questi rilasci introdurranno nuove funzionalità per fornire l’integrazione e il supporto totale di Windows Server 2019. In seguito, sono riporti i prossimi rilasci programmati per System Center:

Figura 3 – Prossimi rilasci di System Center e principali funzionalità introdotte

Altri riferimenti utili

Conclusioni

Con questo modello di rilascio delle nuove versioni dei prodotti System Center è opportuno effettuare una scelta accurata stabilendo il più idoneo per le proprie esigenze e per il proprio modello di business. Per farlo nel migliore dei modi è opportuno avere la consapevolezza delle caratteristiche di ciascun modello e di tutto ciò che ne consegue da questa scelta.

A proposito di Francesco Molfese

Francesco Molfese ha conseguito la laurea in Ingegneria Informatica presso l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia nel 2004. Nel 2005 inizia la sua esperienza lavorativa nel settore ICT in ambito sistemistico. Durante il 2006 segue un percorso formativo che termina con il raggiungimento della certificazione "Microsoft Certified Systems Engineer". Presso l'azienda dove lavora, ricopre il ruolo di Senior Consultant, è referente dell'area "Hybrid Fabric" e gestisce un team di persone che si occupa dei seguenti ambiti: - Progettazione e implementazione di sistemi di virtualizzazione on-premises (Hyper-V e VMware). - Microsoft Azure ed Amazon Web Services (AWS) IaaS. - Scenari di Disaster Recovery. - Strumenti di gestione dell'ambiente di virtualizzazione. - Hardware: server e storage. - File Services. Dal 2006 è stato coinvolto in diverse implementazioni di sistemi di management, ha seguito numerosi progetti per la sicurezza e protezione dei dati aziendali ed ha implementato svariati sistemi di virtualizzazione. Tutte queste attività sono state svolte su clienti che spaziano da alcune centinaia di sistemi fino a diverse migliaia. Diversi i progetti che lo hanno visto impegnato nel design di architetture Microsoft Cloud OS presso Service Provider italiani. Dal 2012 detiene la qualifica di "Microsoft Certified Trainer" (MCT). Dal 2016 è stato docente di numerosi corsi ufficiali Microsoft riguardati Microsoft Azure. Nel 2016 Microsoft gli assegna il titolo Most Valuable Professional (MVP) nella specializzazione "Cloud and Datacenter Management" per la condivisione della propria expertise tecnica e per l’impegno profuso verso le community e con Microsoft.